Le lacrime sono gocce che si diluiscono in una pozione per fermare il tempo


Dopo l’agguato ho deciso di dileguarmi. Non riesco più a prendere il futuro da questo presente dopo essere stato ferito a morte dalle persone che pensavo più care. Quando le persone ti imprigionano nel loro passato non sei più un individuo solo ma diventi loro, diventi i pensieri della gente. Sono dovuto fuggire e mi inseguono ancora con la loro mediocrità e bassezza. Le persone sono molto meno intelligenti in gruppo che presi individualmente. È anche per questo che abbiamo avuto leader come Hitler e Mussolini. La singola persona non li avrebbe mai voluti. È difficile scappare dalla prigione di Nannitaria ma non impossibile. Se solo riuscissi a far innamorare Ania. Ania mi darebbe la volontà di fuggire attraverso spazio e tempo ed il futuro lo troverei in un attimo. Il futuro è unirsi in due per creare un’eternità. Ma Ania è anche lei in costante fuga, non riesco a fermarla. Solo uno sguardo la può condurre a me, lo sguardo lento di due amanti che incrociando la luce degli occhi fermano tempo e spazio. È li che si produce l’eternità, in quell’attimo.
L’ho incontrata questa mattina en passant, un saluto veloce ed è scappata.
Sognerò la sua bocca rossa come il tramonto più infuocato e i suoi capelli chiari come il grano nei campi assolati.
Il segreto è accarezzarla attraverso lo spazio che ci divide e trasformare le sue immagini in forme e le forme poi in realtà. La incontrerò nel campo di grano come i suoi capelli al tramonto come i suoi occhi. E’ così che accadono le magie, bisogna solo che adesso prepari la pozione per far sì di poterla invitare. Potrebbe essere una serie di numeri magici o un invito più formale per fare colazione insieme. Il sentiero che dirama da qui al suo cuore è come un albero che cresce e come le radici che lo fanno crescere. Diramare vuol dire espandersi in ogni direzione esattamente come fa il cuore quando batte e pulsa, il cuore è un albero che si espande quando si ama. La mia vita si è estesa quando l’ho poi incontrata, si è seduta sullo sgabello alto con le calze bianche di nylon e la gonna corta e nera.

Lascia un Commento!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...