Improbabilità


Ad ogni diverso cibo dell’anima, ingurgitiamo demoni e angeli, zucchero e amaro,
è nell’aria della vita, non c’è differenza tra l’indifferenza della gente,
tra differenziata e la referenziata dama altolocata, super classificata.

Siamo ostaggi in preda al cacciatore di taglie.
Occhio non vede, cuore non vuole sentire
quanti battiti fa al minuto fa all’anno, fa malanno.

Che emozione decidiamo oggi?
Siamo morti tu non te ne accorgi.

Resuscitiamo solo quando diciamo
Ti amo ma poi in un attimo scompariamo.

Ci separiamo, a volte ci spariamo,
Che aria tetra si respira in Italia,
Dove siamo tutti una gran canaglia.

Scegliere una rotta o sciogliere i nodi,
Oppure anche sciogliere la neve che ci gela, scivolare lenti verso un cambiamento, portato dal vento, che portento.

Che gusto c’è nel caffè se ci butti l’amaro accumulato nei fondi della tazzina di ieri,
Ci vorrebbe l’amore del cielo che tocchiamo col dito e ci dicono ancora che è vietato.

I miracoli sono solo eventi improbabili
Senza rivoluzioni palpabili sulle labbra le nostre infuocate bocche di baci ardenti
non si toccheranno mai.

Lascia un Commento!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...