Imbatuffolati


Ho stravisto per te, ho tolto vestiti per me, ti ho svestita e denudata,
Ho sudato attraverso me e te, ho trasudato e tralasciato altro
Ho travisato e già ti avevo avvisato che ero ormai un uomo
mancato eppure sono stato colpito dalla tua mira al viso,
dunque ero un uomo avvisato. E come tale avrei dovuto rinunciare e denunciarti
per aver attentato al mio cuore, al fattore battito cardiaco, o a quello delle mie
ciglia così com’ero ammirato di te, mi ci specchiavo, non riflettevo più, ero folle,
ed era come se all’improvviso sul tuo viso io ero te e tu eri me, ed anche se non eravamo ancora in tre sarebbe bastato un altro po’ di seme e di stare insieme
e un po’ della tua pelle e dei tuoi umidi nascondigli, che conigli!
Ci siamo imbattuti in questo amore liquido, ce ne siamo imbevuti a bocche piene
ce ne siamo ubriacati, inebriati e ci siamo combattuti e annientati.
Siamo stati dondolati e come due allodole, abbiamo creduto al piattino e adesso quel piatto piange e a giocare a poker con i cuori si rischia di perdere l’asso nella manica,
e si inizia a navigare e nuotare affondo, in fondo in fondo.

1 Comment

  1. Curiosa costruzione tra il serio e il faceto.
    L’uso di certi giochi di parole induce al sorriso largo e sì… alla fine riderne e sorriderne è sempre un buon metodo.
    Anche se non risolutivo.

Lascia un Commento!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...