Vento 11/010


Il vento spazza via cattedrali
dove ci costruimmo il nostro altare
eravamo re e regina
adesso non siamo più neanche assi
siamo solo come sassi
fermi impietriti di fronte a questo cielo
un cielo devastante di cartapesta
che s’accende con un lampo e si spegne con una luna
stiamo qui mia cara a guardare la nostalgia
che s’avvicina
e gli anni del futuro che si fanno sempre
più presenti
e noi, noi che siamo così esenti dal reale
ci rintaniamo dentro
chiusi dentro un cuore con un mantello
per ripararsi da questo eterno freddo
dalla gelida solitudine
che vuol di noi farci schiavi.

2 pensieri su “Vento 11/010

Lascia un Commento!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...