Cucinami


Sono caduto dalla padella nei tuoi baci
lì mi friggevo proprio bene
ero la tua patatina preferita
sono sempre stato stracotto di te
mi hai fatto fumare, arrostire, bollire,
ma lì nei baci che scottavano sai
mi sono bruciato la bocca e finito nei guai
con il tuo marchio impresso sul collo
dove mordevi affondo tigre del mal aise
una scritta impressa a caldo
dove raccoglievo i tuoi occhi
caduti addosso a me e scivolati via
colpendo il battiscopa e tornando indietro
quando una volta mi ricordo
quei tuoi occhi eran tutti per me
che scivolano sulla schiena fino al sedere
così come le mie mani su di te.

Avevo tutti gli occhi per me,
tutti gli occhi erano su di me.

Adesso mi chiedo perché
e dove sono finiti quegli sguardi infiniti.

Mi hai fatto ripieno, tu che eri la mia oca,
tu mi hai riempito e sono divenuto
il tuo pallone gonfiato.

In questa sera adesso volo via,
come un fuocherello d’artificio
lassù.

La prossima volta sarai il mio zucchero filato?

Un pensiero su “Cucinami

Lascia un Commento!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...