L’inquietudine


Come tirarsi la zampa sui piedi facendolo a quattro mani (nude e crude).

L’inquietudine si trova tra il martello e l’incudine.

Svolazza lì.

Un piede calpestato dall’odio. In stallo.

Chi si figura si rifugia, chi si rifugia s’immagina. Stampa.

Come comunicato in prenatale. Lista di nozze.

Bambino nuovo, padre vecchio.

Chi la fa la fa. Generalmente in bagno.

Non bisogna mai morire per un altro, ma neanche per se stessi.

Il destino si prende abbuffate di me. E’ un destino bulimico. Che buffo.

Il destino si prende beffa di me. Io roast beef.

Pane al pane, opaco all’ottico. Ma anche pesce, tipo ittico. Se vogliamo arte, trittico di acciughe in salmì rosso Tiziano.

Lascia un Commento!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...